ALTRI SERVIZI

L’indagine supplementare, anche detta indagine strutturale o decennale, è un esame approfondito da parte di un tecnico esperto con lo scopo di individuare difetti e/o anomalie che si sono formati durante l’utilizzo dell’attrezzatura ed in particolare su saldature e membrature, anche attraverso eventuali controlli non distruttivi (magnetoscopie e/o liquidi penetranti) da parte di tecnico II Livello UNI EN 473. Inoltre serve a stabilire i cicli di vita residua in cui la macchina potrà ancora operare in condizioni di sicurezza.

 

LE PRATICHE CIVA

Come già detto CIVA permette di presentare numerose pratiche, tra cui le più importanti:
– Immatricolazione
– Prima verifica periodica
– Voltura per acquisizione o cessione (Acquisto e Vendita attrezzature)
– Demolizione o spostamento

Ogni “gruppo” ha diverse documenti da allegare alle pratiche; per quanto riguarda le attrezzature del gruppo SC e SP sarà necessario presentare:
– Dichiarazione CE ci conformità (con riportate le norme di costruzione dell’attrezzatura)
– Dichiarazione di corretta installazione (per esempio delle gru su autocarro)
– Modulo per l’apposizione della marca da bollo (16,00 Euro) con allegata copia del documento d’identità del dichiarante.



Per le attrezzature del gruppo GVR (serbatoi per l’aria compressa e l’azoto) l’INAIL richiede anche:

– Relazione tecnica, con lo schema dell’impianto, recante le condizioni di installazione ed esercizio, le misure di sicurezza, protezione e controllo adottate (rif. D.M. 329/2004, art. 6, comma 1, lettera b);
– Espressa dichiarazione ai sensi del D.P.R. 445/2000 attestante che l’installazione è stata eseguita in conformità al manuale d’uso del Costruttore (rif. D.M. 329/2004, art. 6, comma_1, lettera c);

– Espressa dichiarazione ai sensi del D.P.R. 445/2000 attestante che le attrezzature o insiemi esclusi dal controllo della messa in servizio sono mantenuti in efficienza e utilizzati conformemente alla loro destinazione, non pregiudicano la salute e la sicurezza delle persone o degli animali domestici o la sicurezza dei beni (rif. D.M. 329/2004, art. 6, c. 4);

CONTATTACI

Siamo a disposizione per qualsiasi chiarimento e informazione.